Il Dollaro USA Potrebbe Aumentare in Base Alla Fed Mentre i Virus Globali Sono Tra i Primi 4 Milioni

Il dollaro USA potrebbe salire sulla Fed mentre i casi di virus globali raggiungono i primi quattro milioni. Esiste anche la possibilità che il dollaro USA possa deprezzarsi o non aumentare, rispetto a tutte le altre principali valute. Nonostante la realtà che non ci sia nulla di straordinario in questo scoppio globale del virus, è l’unica informazione che abbiamo.

In tutto il mondo, il numero totale di casi di virus è ora di 4 milioni, che è stato scomposto come febbre emorragica virale in Asia, polmonite in Nord America e raffreddore comune in Europa. Ho menzionato l’influenza nel precedente articolo riguardo a quanto va lontano l’epidemia globale. Poiché la malattia rimane non classificata al momento della stesura di questo documento, il numero di casi è considerato speculativo. Sulla base della mia esperienza, si prevede che cresca in modo drammatico.

Ora che sai quante persone malate sono infette, vediamo come si confronta con il numero di strutture mediche che possono aiutare con l’epidemia. Un fatto di base è che la popolazione mondiale è di 7,5 miliardi. Con una popolazione di quelle dimensioni e una malattia che si diffonde rapidamente, un focolaio del genere può diffondersi rapidamente.

Diamo un’occhiata alla Federal Reserve. Hanno ricevuto numerosi avvertimenti che rischiavano di essere chiusi per un periodo troppo lungo senza aumentare i tassi di interesse. Quando non aumentarono i tassi, anche se l’economia mondiale andava in rovina, era ovvio per chiunque non volesse lasciarsi fuori al freddo. Tuttavia, non è stata intrapresa alcuna azione fino a quando non è scoppiata l’attuale epidemia.

A quel punto, era troppo tardi per fare qualcosa per il declino della salute degli individui nei singoli paesi, che a sua volta si è diffuso negli Stati Uniti. Gli Stati Uniti sono stati colpiti da un doppio colpo perché il colpo economico è peggiorato del virus. Ciò ha causato il declino delle singole economie per continuare a un ritmo più veloce del previsto.

La Fed è nei guai? Non ancora, ma credo che lo sarà presto, perché non c’è modo di tornare indietro sul debito. Dopo tre anni di deficit, è giunto il momento di stringere la cintura e iniziare a tagliare le spese, proprio come ha fatto la maggior parte del resto del mondo.

Perché il mondo è nei guai? Perché ha scelto il debito piuttosto che la prosperità, e ora pagherà per quella decisione, e prima è, meglio è. Non è ancora tornato indietro nel tempo, e non credo che lo farà mai.

Poi c’è la Fed. Non importa quello che fanno, la loro mano è costretta ad agire. Vedi, non puoi stampare denaro e distribuirlo alla gente.

Alla fine, alcune di quelle persone vorranno spendere i soldi. Se non stimoli la spesa, coloro che stanno lottando per arrivare a fine mese continueranno a utilizzare più denaro e vogliono spendere di più. Pertanto, ci sarà inflazione, che è un problema per la banca centrale, perché dà loro meno valore nella loro valuta.

Naturalmente, la Federal Reserve ha nelle sue mani l’unico meccanismo per controllare l’inflazione. Se non gli conferiscono potere, gli Stati Uniti saranno coinvolti in quella che fu chiamata la Grande Inflazione degli anni ’90. Quindi sono nei guai. Ovviamente, possono stampare più soldi e sostenere il Dow.

Poi di nuovo, sembra che possano stampare un sacco di soldi di carta e il dollaro apprezzerà ancora, ma solo se acquistano abbastanza obbligazioni. Perché dovrebbero farlo? È perché le obbligazioni sono facili da vendere e aiuterà i loro sforzi per mantenere bassi i tassi di interesse? Non ha davvero senso.